Come disegnare una caricatura

admin
Giugno 3, 2020

caricature

Per realizzare una caricatura efficace è molto importante focalizzarsi sulla testa del soggetto. Quando esageri la forma della testa, tutto ciò di cui hai bisogno è una singola osservazione su cui puoi costruire la tua caricatura. Se sei alle prime armi, su caricatureonline.net trovi alcune immagini di caricature a cui ispirarti.

Per prima cosa, vedi se la faccia che osservi è sottile o rotonda, se ha un mento grande o un mento piccolo, una fronte piccola ecc. Una sola forte osservazione è sufficiente per creare un effetto a cascata che può definire la tua caricatura. è utile avere diversi modi di vedere l’esagerazione della testa.

Disegnare caricature: il peso visivo

Decidi dove si trova il peso visivo della testa e usa la linea dell’occhio come punto di riferimento. Chiediti se una parte maggiore della massa è sopra o sotto gli occhi, è il peso visivo: il posizionamento della massa della testa rispetto a un punto di riferimento come la linea degli occhi.

Ogni volta che puoi deviare dalla regola della massa uguale, è importante farlo. Immagina un pallone pieno d’aria. Una piccola fronte preme la parte superiore, che si espande verso il basso. Una mascella sottile o un mento cadente significa che stai stringendo il fondo, causando l’espansione della cima.

Un viso stretto e sottile significa che devi stringere i lati, causando il rigonfiamento della parte superiore e inferiore. Una faccia corta e tozza significa applicare una pressione su e giù, che farebbe gonfiare i lati della testa. Questo palloncino mal gestito è un modo per visualizzare l’azione e la reazione.

Caricatura della testa: Il concetto di gomma

Se il nostro soggetto ha una faccia stretta, dobbiamo tirare la parte superiore e inferiore per ridurre questo foglio di gomma, l’effetto è che la testa si allunga su e giù. Se decidiamo che la testa è larga, tiriamo i lati del foglio di gomma, la parte superiore e quella inferiore vengono aspirate. Se la fronte viene ingrandita, la mascella si restringe e viceversa.

Per esagerare le dimensioni della mascella di un soggetto, dobbiamo prendere questa massa (o, in questo caso, l’energia) da qualche parte, probabilmente il cranio. Quando esageriamo la faccia, finiamo con scambi di energia simili.

Ad esempio, se decidiamo di unire gli occhi, il naso si allunga. Ma cosa succede se abbiamo una faccia di fronte a noi e non solo gli occhi sono vicini, ma abbiamo anche un naso piccolo vicino agli occhi? Dove andiamo con questo?

Se le linee di energia tra gli occhi e il naso sono tutte accorciate, allora quell’energia deve essere spostata e le linee saranno più lunghe altrove. Il risultato probabile è che la distanza tra la zona dell’occhio e del naso (la forma a T) e i contorni della forma della testa aumenterà per compensare.

Comments are closed !